Tecnologie digitali in protesi dentaria

Protesi totale

Zirconia

Dentiera

Ceramica

Le moderne tecnologie di stampaggio 3D applicate all’odontoiatria protesica ed implanto-protesica hanno permesso di sviluppare negli ultimi decenni sofisticati sistemi meccanici per la produzione di protesi dentarie che presentino allo stesso tempo elevati gradi di precisione e di resistenza: i sistemi CAD-CAM

PROTESI FISSE

La protesi fissa è la riabilitazione di uno o più elementi dentari massivamente compromessi dalla carie o fratturati o devitalizzati o mancanti, mediante una corona protesica, (o capsula), o mediante una riabilitazione parziale fissa (o ponte).
Per maggiori informazioni

PROTESI SU IMPIANTI

Le protesi fisse su impianti possono essere cementate oppure avvitate su un impianto dentale (corona singola su impianto) o su più impianti dentari (ponti su impianti, protesi totali fisse su impianti oppure overdenture su impianti, quest’ultime rimovibili)
Per maggiori informazioni

PROTESI MOBILE

Le protesi mobili sono fissate mediante dei ganci (metallici o anche estetici in resina bianca o trasparente) sui denti sani residui, se presenti in bocca, ma si appoggiano anche sulla gengiva in modo da distribuire meglio la forza masticatoria e per garantire una maggiore stabilità e ritenzione alla protesi stessa
Per maggiori informazioni

TECNOLOGIE DIGITALI IN PROTESI DENTARIA

Grazie a questi sistemi (CAD-CAM), la protesi viene progettata virtualmente ed il file generato (fase CAD) viene poi trasformato nel manufatto protesico attraverso la fresatura meccanica tridimensionale a partire da monoblocchi di idoneo materiale per protesi dentarie (fase CAM).
Tra i materiali disponibili vi sono metalli e leghe metaliche a base di Cromo, cobalto, titanio, etc, ma anche materiali di notevole durezza, quale appunto la ceramica policristallina a base di Zirconia (ZnO2).

I sistemi con tecnologia CAD-CAM permettono quindi di ottenere manufatti protesici oggi anche in ceramica integrale, in grado di fornire un più alto standard estetico rispetto alle protesi in metallo-ceramica, senza rinunciare alla resistenza ed alla precisione di cui una protesi dentaria necessita per garantire adeguata funzione e durata nel tempo

I restauri in Zirconia o in altri tipi di ceramica integrale eliminano il problema del margine scuro che si poteva intravedere in passato con i restauri in metallo-ceramica vicino all’emergenza dalla gengiva, dovuto proprio alla riflessione del metallo opaco presente all’interno dei restauri in metallo-ceramica. 

Nei restauri in Zirconia la preparazione dei denti è più conservativa rispetto a quella necessaria per altri materiali protesici, perché la sua alta resistenza anche in spessori minimi permette di ridurre la preparazione del dente sottostante, ovvero del moncone. Inoltre, l’uso della Zirconia o di altre ceramiche integrali permette di rispettare maggiormente i tessuti gengivali intorno alle protesi, in quanto non si rende necessario il posizionamento del margine del restauro al di sotto della gengiva, per renderlo invisibile, come lo è invece nel caso di restauri con struttura interna in metallo, meno estetici. Nel tempo, inoltre, un’eventuale recessione della gengiva non determina un problema estetico perché non si espone nessun materiale scuro, metallico, sottostante.

I materiali che possono essere utilizzati per un paziente che necessiti di un restauro protesico vengono valutati dal medico individualmente, su ogni paziente, considerando la situazione clinica presente e le condizioni cliniche raggiungibili. I piani di trattamento possibili verranno proposti e valutati insieme al paziente per poter giungere ad una decisione congiunta medico-paziente.

× Contattaci con WhatsApp